Costruttivi di officina

Costruttivi di officina

Il nostro studio di ingegneria e architettura vanta un reparto dedicato ai costruttivi di officina di carpenteria metallica, leader del mercato italiano e fornitore dei principali esponenti del settore.
Un team altamente specializzato interpreta i progetti strutturali e le esigenze del cliente in modelli BIM tridimensionali completi di ogni più piccolo dettaglio, pur rappresentando strutture che possono superare le 10.000 t di acciaio.
Il nostro studio di progettazione di costruttivi di officina gestisce la mole di informazioni, efficacemente restituita con gli shop drawings, i file a controllo numerico e le distinte materiale, coordinando ogni passaggio con il cliente e conducendo a un riconoscibile e premiante valore aggiunto.

3S Cableway Klein Matterhorn

La nuova funivia 3S Trockerner Steg, pronta nel 2019, risulta essere l’impianto a tre sostegni più alto al mondo. Arrivando a quota 3.883 m s.l.m. sul Piccolo Cervino, il gioiello delle alpi migliorerà significativamente il collegamento dei comprensori sciistici tra Svizzera e Italia. Oggetto della progettazione esecutiva sono stati i tre sostegni di linea che, ognuno con caratteristiche e peculiarità diverse, hanno richiesto studi accurati e approfonditi per la varietà di fattori influenti: le basse temperature ad alta quota, la morfologia del terreno, il carico di neve e ghiaccio e soprattutto i violenti effetti del vento (vicino ai 300 Km/h) sono state le principali difficoltà affrontate durante lo sviluppo del progetto. Di netta rilevanza è, oltretutto, la distanza che intercorre tra il secondo ed il terzo sostegno dell’impianto, ben 2700 m di campata, quasi 3 km di “salto nel vuoto” per le cabine che viaggeranno sulla funicolare. La considerevole altezza dei sostegni ha contribuito ad articolare ancor di più il lavoro che, infine, è stato validato con successo dagli enti preposti. Il progetto costruttivo dell’intera carpenteria metallica si è svolto di pari passo con quello esecutivo. Questo ha permesso di rispettare le strette tempistiche che hanno caratterizzato l’intero processo progettuale. Composti da un “fusto” slanciato ed una “testa” imponente, i tre sostegni hanno un’altezza complessiva variabile tra i 47 e i 55 metri. Essi sono stati modellati con attenzione maniacale ad ogni dettaglio, al fine di evitare qualsivoglia imprevisto durante il montaggio ad alta quota. L’ottimizzazione dei pesi trasportabili, unitamente alla continua ricerca di soluzioni di dettaglio migliorative, ha permesso di studiare ogni singola fase dell’assemblaggio in officina e soprattutto del montaggio in cantiere. La definizione delle strutture secondarie ha concluso la fase di progettazione costruttiva; le scale di servizio, insieme alle passerelle per la manutenzione e l’accesso agli impianti da parte di personale autorizzato, ha rappresentato una parte fondamentale della modellazione che, forse più di tutte, ha richiesto un attenta analisi dei nodi di giunzione ai sostegni stessi. Il peso stimato delle opere in progetto è di circa 425 tonnellate di acciaio.

Headquarter BNL

Con sede a Roma Tiburtina, l’edificio “dalle pareti specchiate e semitrasparenti”, contempla un connubio tra tecnologia e design che si inserisce in un conteso di riqualificazione dell’area Tiburtina a Roma. Il grattacielo orizzontale si sviluppa su 12 livelli in elevazione e 4 livelli interrati per un’altezza complessiva di circa 60 metri. In lunghezza, invece, si estende per circa 220 metri ponendosi come elemento di separazione-unione tra due quartieri significativi di Roma, Nomentano e Pietralata. Progettato per accogliere oltre 3500 dipendenti, i 72.000 m2 seguono i più moderni principi di Smart Working. Ospitando servizi di qualsiasi genere, un ristorante aziendale, una palestra, un asilo, sale training e posti auto, la struttura si pone al centro dell’attenzione cittadina. La prua, immaginando l’edificio come una vera e propria nave, è costituita da una struttura in acciaio reticolare a sbalzo, formata da tre campate per una estensione totale di 27 metri. La struttura, di tipo misto acciaio-calcestruzzo, è formata principalmente da telai in acciaio e nuclei scale/ascensori in c.a. Le travi che compongono l’orditura principale, poste ad interasse di 9 metri l’una dall’altra, sono di tipo alveolare, una scelta volta all’integrazione di qualsivoglia tipologia di impianto, pur rimanendo nell’ingombro dello spessore del solaio. Dotate di pioli sull’intera lunghezza e unite da lamiere grecate con nervatura profonda (tipo Ampex), le travi costituiscono, nel complesso, la base per il completamento del getto in calcestruzzo ottenendo, così, un impalcato misto acciaio-calcestruzzo. La carpenteria metallica, oggetto della progettazione, può essere quantificata con un peso di circa 3.000 tonnellate, comportando un considerevole, ma al contempo gratificante, lavoro di modellazione.